in collaborazione con 

www.termocamereitalia.com

La termografia è un metodo visivo per illustrare l'energia termica invisibile. Questo viene tipicamente catturato utilizzando una termocamera a infrarossi, che visualizza una mappa delle variazioni di temperatura emesse da tutti gli oggetti con una temperatura superficiale superiore allo zero assoluto (-273 ° C). Gli oggetti sono illustrati come modelli termici, utilizzando diversi colori o sfumature di grigio, a seconda della tavolozza selezionata. I modelli termici illustrano le variazioni di energia termica emessa dalla superficie dell'oggetto.

La successiva interpretazione dei modelli termici richiede una comprensione delle condizioni ambientali al momento dell'acquisizione dell'immagine e delle caratteristiche superficiali dei materiali visualizzati. L'emissività (la capacità di un oggetto di emettere radiazioni infrarosse) e la riflettività (la proprietà della radiazione riflettente) sono le due caratteristiche dei materiali che determinano l'affidabilità del modello termico nell'immagine. I materiali con alta emissività hanno una bassa riflettività e viceversa. Solo i materiali con un'emissività elevata forniscono una lettura affidabile. Questo perché i materiali con una bassa emissività hanno la tendenza a riflettere la temperatura degli oggetti circostanti.

Tipicamente, materiali come mattoni e intonaco hanno un'elevata emissività, mentre i metalli e il vetro hanno una bassa emissività. Dato che il tessuto di molti edifici più vecchi sarà costituito prevalentemente da materiali ad alta emissività, la termografia può essere uno strumento davvero utile per valutare il tessuto di edifici nuovi ed esistenti, in particolare interventi di riqualificazione energetica. Il vantaggio principale dell'utilizzo della termografia è che puoi vedere cosa sta succedendo sotto la pelle di un edificio senza dover smontare l'edificio. La capacità di vedere l'energia termica invisibile fornisce dati preziosi per valutare le prestazioni termiche.

Le valutazioni termografiche quantitative della dispersione termica richiedono precise condizioni climatiche, che raramente si verificano, soprattutto in ambienti esterni. Di conseguenza, in genere solo le indagini termografiche qualitative sugli edifici forniscono dati solidi e affidabili.

Le indagini termografiche qualitative sugli edifici possono fornire molte informazioni utili, come l'efficacia dell'isolamento come barriera alla perdita di calore; eventi di ponti termici; fonti di perdita d'aria; umidità e umidità; e componenti nascosti, come tubi e tiranti.

LA RIVOLUZIONE DELL'EDILIZA

www.termografia.it

Compila il modulo per rimanere aggiornato

I nostri Partner

Scopri per primo le novità!